Tag Archives: lupo

Perché il lupo?

Canis lupus italicus, cuccioli che guardano – Foto di Antonio Iannibelli

Perché il lupo? Questa è la domanda che mi sento rivolgere più spesso da chi mi conosce e si stupisce che improvvisamente mi stia occupando di lupi. In effetti insegno inglese e la mia vita si era orientata verso altre mete dopo aver cercato inutilmente il modo di studiare e di laurearmi in una materia, l’Etologia, che a Torino nel 1980 ancora risuonava come una stramberia dei figli dei fiori. Ma certe cose “fanno giri immensi e poi ritornano”, così passati molti anni, e dopo che Milla morì – una meticcia molto simile a un lupo nonché il mio spirito guida per 10 anni – a partire dal 2013 iniziai a fare ricerche antropologiche e naturalistiche, per comprendere il comportamento di queste magiche creature che, nel frattempo, erano tornate a popolare i boschi di casa mia, in Val di Susa.

C’e’ Solo una donna nella lotta per educare il pubbico sui lupi. Potra’ educarvi. Producer Rachel Tilseth. Wolves of Douglas County Wisconsin News Media.

Da allora, più mi addentro nello studio dei lupi, più mi rendo conto che il legame atavico che ci lega è costituito da elementi molto più profondi e insiti nelle nostre nature così simili e parallele. I lupi sono il nostro alter ego, sono lo specchio in cui gli uomini si vedono e ritrovano le proprie radici, nel bene e nel male. La nostra società tende a disconnetterci dalla natura e dalle sue leggi, illudendoci di poter controllare ogni cosa sulla terra, sotto i mari, nel cielo. La storia umana ha sempre e solo preso e consumato la Terra, il lupo ora rappresenta un evidente ostacolo ed è qui per dirci: Basta!

L’immagine distorta che abbiamo di queste creature è dovuta a molti fattori, antichi e moderni. Noi l’abbiamo dimenticato, ma ci sono popolazioni ancora fortemente legate alla Terra, che rispettano le sue creature per ciò che esse ci insegnano. Il lupo ci ha insegnato non solo le tecniche della caccia, ma anche le strategie di accerchiamento, carica e attacco, utilizzate poi dagli uomini nelle guerre. Ora la domanda che mi spinge a indagare è: perché manteniamo nei confronti di questa specie un rapporto così difficile e contraddittorio? I lupi sono predatori, ritenuti dall’uomo piuttosto pericolosi, ma non abbastanza da riverirli ed elevarli al rango dei più nobili (sempre secondo una valutazione umana) felini quali il leone o la tigre. Ci strappiamo le vesti se un cacciatore uccide un leone nella lontana Africa, ma lasciamo che a casa nostra vengano cacciati, seviziati, o avvelenati i più importanti predatori rimasti, quelli all’apice del perfetto meccanismo trofico naturale delle nostre regioni. Perché? Pensiamo forse che i lupi siano dei cani venuti su male? Per quale motivo ci arroghiamo il diritto di giudicarli invece di accettarli semplicemente? Vorremmo forse cancellare con loro quella parte selvaggia che vediamo in noi stessi? …

Domande aperte. Ma ripeto, di una cosa sono certa: che siamo disconnessi, staccati dalle nostre stesse radici, per cui non ci rendiamo più conto che il mondo che abbiamo creato sta precipitando in una voragine piena di plastica e inquinanti, dove non esistono più gli habitat ritenuti naturali, non solo per il resto delle creature, ma anche per noi stessi. Ricreare degli ambienti in cui regni la natura libera e incontaminata è un regalo che dovremmo fare a noi e alle future generazioni. Ogni creatura ha un suo ruolo nell’ecosistema, che noi lo vogliamo oppure no. Purtroppo abbiamo già perso migliaia di specie che si sono estinte per colpa nostra, perché non sappiamo cambiare atteggiamento e crediamo di essere dalla parte della ragione, quando in realtà non ci rendiamo conto che diventiamo più poveri, (e più malati), ogni volta che abbattiamo una pianta, che un bosco sparisce, che uccidiamo senza motivo una creatura vivente. Jane Goodall ci invita a considerare i lupi, e gli altri animali, come esseri senzienti, che sono capaci di provare gioia, dolore, paura, amore. E io penso: come noi, i lupi sono affettuosi e, all’interno del loro branco, si prendono cura gli uni degli altri; anche loro sono competitivi e territoriali, perciò difendono i propri confini, arrivando ad attaccare e uccidere se altri lupi estranei minacciano le loro terre; infine devono sfamarsi e nutrire la loro prole e per procacciarsi il cibo usano le armi di cui sono dotati: zanne, forza fisica, ma anche tanta intelligenza e flessibilità. Non mi sembrano poi tante le differenze rispetto al comportamento umano.

Indubbiamente la presenza del lupo è scomoda e in Europa, dove ormai il territorio naturale è stato quasi completamente modificato e addomesticato, questo problema è particolarmente sentito, però la soluzione non può essere il tentativo di eradicarli, cancellandoli dalla faccia della Terra. Il semplice buon senso ci dovrebbe suggerire che così facendo, creeremmo nell’ecosistema un pericoloso vuoto che potrebbe essere immediatamente colmato da un’altra specie o che potrebbe portare ad una perdita importante di equilibrio e di bilanciamento del “sistema natura”. Quindi ci si deve impegnare a cambiare atteggiamento, a cercare di dialogare con tutte le parti in causa, mettendo da parte i pregiudizi e le prese di posizione. Arroccarsi nella convinzione di essere dalla parte della ragione e pretendere che siano gli “altri” a dover cambiare opinione non porterà da nessuna parte. Ci vogliono volontà, umiltà e apertura mentale, per incontrarsi, guardarsi negli occhi, tenendo presente che ogni persona conta e può fare la differenza: chi ha il coraggio di cambiare, cambia il mondo. Solo un approccio empatico, intelligente e saggio ci aiuterà a trovare insieme una soluzione che porti alla convivenza pacifica di tutte le creature. Amo infine ricordare che ogni lupo è un individuo, con una sua storia, anche se spesso non c’è nessuno a raccontarla. Le loro sono storie di eroi senza medaglie, di difficoltà e rischi, di chilometri percorsi, di coraggio, di morte e di speranza. Storie di amore, di saggezza atavica, di nascondigli, di aria e di stelle ululate, storie magiche da leggere nel profondo dei loro occhi. Facciamo in modo che la fiamma verde, quella che Aldo Leopold vide in quello sguardo, non si estingua.
Brunella

Un guardiano delle nostre montagne

È con piacere che vi invitiamo alla nostra prossima intervista sulla pagina Facebook “Talk Show di persone e lupi—Lupi Italiani” che avrà luogo domenica 15 novembre, alle 18 ora italiana. Gradito ospite di Brunella Pernigotti sarà Luca Giunti che ci parlerà del progetto Life WolfAlps Eu (https://www.lifewolfalps.eu) e della presenza del lupo in Piemonte.

Al lavoro nel Parco Naturale Orsiera Rocciavrè

Luca Giunti è uno dei project manager del rinnovato progetto LifeWolfAlps-Eu. Nato a Genova, vive a Susa dal 1987, dove lavora come Guardaparco per l’Ente di gestione delle Aree protette delle Alpi Cozie.

Luca con piccolo camoscio a Bernezzo

Laureato in Scienze Naturali presso l’Università degli Studi di Torino, dal 2018 è iscritto all’Albo Italiano dei Direttori dei Parchi Nazionali istituito presso il Ministero dell’Ambiente. Partecipa ai Progetti Life + dell’Unione Europea (tra cui il Life Wolf Alps)

Un intervento a Novalesa a seguito del ritrovamento di una lupa morta

Collabora con l’Università e il Politecnico di Torino per cui tiene corsi di fotografia naturalistica, lezioni sulla ricerca naturale ed ecologica, educazione ambientale e sulle Valutazioni di Impatto Ambientale.

Guardia parco e fotografo

Collabora con numerose testate giornalistiche, ha pubblicato articoli scientifici su riviste nazionali ed internazionali e alcuni libri, soprattutto fotografici. Presenta frequentemente conferenze e proiezioni di argomento naturalistico: flora, fauna, biodiversità, la presenza del lupo, ecc.

Intervista da parte della RAI

———————————–

For English speakers

We are pleased to invite you to the next interview on Italian Facebook page Talk Show Storie di Uomini e Lupi – Lupi Italiani that will take place on November 15th at 06:00 p.m. C.E.T.

Brunella Pernigotti will host Luca Giunti, one of the project managers of the renewed LifeWolfAlps-Eu Project.

He was born in Genoa, and has been living in Susa since 1987 where he works as a park ranger for the management body of the protected areas of the Cottian Alps. 

Graduated in Natural Sciences at the University of Turin, since 2018 he has been in the Italian Register of Directors of National Parks established at the Ministry of the Environment. He participates in the Life + Projects of the European Union (including the Life Wolf Alps) and collaborates with the University and Polytechnic of Turin where he teaches nature photography and takes lessons on natural and ecological research, environmental education and on Assessments of Environmental Impact.

He collaborates with numerous newspapers, has published scientific articles in national and international journals and some books, particularly of photos. 

L’uomo che sognava i lupi

Siamo felici di invitarvi alla prossima intervista in diretta sulla pagina Facebook di Talk Show di persone e lupi – Lupi Italiani. Brunella Pernigotti intervisterà il naturalista e responsabile scientifico del WWF Italia Marco Galaverni, domenica 27 settembre, alle 18:00, ora italiana. L’incontro verterà soprattutto sulla gestione dei grandi carnivori in Italia.

Marco Galaverni inizia molto giovane come volontario e attivista presso il WWF.

Marco Galaverni e il WWF

Consegue il dottorato di ricerca all’Università di Bologna in Biodiversità ed Evoluzione. Sviluppa una tesi su Genetica Ecologica e Genomica della Conservazione del Lupo (Canis lupus), in collaborazione con il Laboratorio di Genetica, l’Istituto Nazionale per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e il Dipartimento di Ecologia e Biologia Evolutiva dell’Università della California, Los Angeles (UCLA).

Ricerche sul campo

Da oltre dodici anni studia il lupo in Italia e nel mondo, ha pubblicato decine di articoli scientifici su riviste internazionali. Collaboratore di ricerca per l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), ora è direttore scientifico di WWF Italia.

La conservazione del Canis Lupus Italicus

La passione per il suo lavoro lo porta a svolgere anche attività di divulgazione: diverse trasmissioni televisive, fra cui Geo, lo annoverano tra i loro ospiti regolari.

Intervento divulgativo alla Festa del Lupo 2018

Nel 2019 pubblica il libro “L’uomo che sognava i lupi” – ORME Editore.

L’uomo che sognava i lupi

https://www.youtube.com/watch?v=gOJRaw6pgLg WWFItalia e Carabinieri Forestali insieme nel Progetto Lupo per la conservazione del Canis Lupus Italicus.


FOR ENGLISH SPEAKERS

We are happy to invite you to the next live streaming interview on the Facebook page: Talk Show of people and wolves – Italian Wolves. Brunella Pernigotti will interview our guest: the naturalist and scientific director of WWF Italy Marco Galaverni, Sunday 27 September, at 18:00, CEST. The meeting will focus mainly on the management of large carnivores in Italy.

Marco Galaverni started very young as a volunteer and activist at the WWF.

He obtained a PhD in Biodiversity and Evolution at the University of Bologna. His thesis project was on Ecological Genetics and Genomics of Wolf Conservation (Canis lupus), in collaboration with the Laboratory of Genetics, the National Institute for Environmental Protection and Research (ISPRA) and the Department of Ecology and Evolutionary Biology of the University of California, Los Angeles (UCLA).

For over twelve years he has been studying the wolf in Italy and in the world, he has published dozens of scientific articles in international journals. He regularly collaborates with ISPRA (Institute for Environmental Protection and Research), and he is now scientific director of WWF Italy. The passion for his work leads him to also carry out information and education activities: several television broadcasts, including Geo, count him among their regular guests.

In 2019 he published the book “L’uomo che sognava I lupi [The man who dreamed of wolves ]” – ORME Editore.

https://www.youtube.com/watch?v=gOJRaw6pgLg WWFItalia and the Carabinieri Forestali together in the Wolf Project for the conservation of Canis Lupus Italicus.

Stories of People & Gray Wolves Talk Show & Media

A Wisconsin Gray Wolf. Photo credit Snapshot Wisconsin.

Since we are talking about sharing stories of people & wolves I’ll share one of my memories. I spent every summer & winter as a volunteer wolf tracker, helping to monitor Wisconsin’s Gray wolf under the Wisconsin Department of Natural Resources Wolf Recovery Program. Every chance I got, in between my teaching job, I went north to Douglas county Wisconsin to track wolves. One summer, just before dusk, I spied several turkey vultures roosting in trees beside the road on the edge on the cedar swamp. So I parked my car far away so I wouldn’t disturb the roosting vultures. I was curious as to why so many vultures were roosting together. This could mean there was a carcass near. I headed over to the spot where the vultures were roosting. As I approached there was the distinct smell of rotten flesh, and the sound of bones being crunched. These sounds were of gray wolves munching on bones and hidden by trees on the edge of the cedar swamp. That was a fantastic find. I don’t remember the exact year, maybe if my memory serves me right, I could estimate that it was around the year 2008.

The Gray wolf is a part of Wisconsin’s wild legacy!


Our blog is at: http://www.wolvesofdouglascountywisconsin.com

Authors

Author and founder Rachel Tilseth

Rachel Tilseth is a freelance writer, fine artist, filmmaker and environmentalist. Tilseth has been a Wisconsin Department of Natural Resources Volunteer Winter Wolf Tracker since the year 2000. Tilseth worked with the Wisconsin Wolf Recovery Program as a volunteer since 1998, and as a result learned about the lives of wild gray wolves. Tilseth received a Bachelor of Science Degree in Art Education in 1992 from UW-Stout, graduating with cum laude honors. More about Rachel at Meet the Filmmaker

Author Brunella Pernigotti

I live in Turin, Italy. I’m a teacher, a writer and a photographer. I published a novel and a book of tales and have to my credit about ten one-man exhibitions of photos. I’m a member of the board of a no-profit association of Turin, “Tribù del Badnightcafè”, that organizes cultural and artistic events. Besides I created a group of volunteers to help women who are victim of domestic violence.Brunella Pernigotti

Author Lindsey Botts

Author Lindsey Botts
Lindsey is a wildlife enthusiast, conservationist, and outdoor lover. He aims to tell stories about the intersection of society and nature with the goal of showcasing how conservation can help both live cohesively.

Wolves of Douglas County Wisconsin News Media & Film’s mission is to bring our readers news that is factual and accurately reported; News that is unbiased and fact-checked for accuracy.

People & Wolves Talk Show: We educate so you can advocate.

We work with dedicated professionals to document the conscious relationships between People & Wolves. We share stories of people that are working to coexist with wild wolves, that are now struggling for survival worldwide. We work with filmmakers, scientists, academics, journalists, writers, fine artists, Wildlife photographers and musicians that share a common interest to produce and share educational stories of People & Wolves Talk Show.

Brunella Pernigotti is our People & Wolves Host in Italy

Foto Antonio Iannibelli italianwildwolf.it

I can tell that only after two years of useless hikes made at 4 am, often with a temperature of -17 degrees Celsius, I could see my first wolf. ~Maria Perrone

Meet our newest People & Wolves Talk Show Host USA

People & Wolves Talk Show (P&WTS) is live-streamed on Facebook. P&WTS will be producing more shows soon. Keep up to date on here wolvesofdouglascountywisconsin.com and on our Facebook pages.

https://www.facebook.com/Talk-Show-di-persone-e-lupiLupi-Italiani-364159360973889
https://www.facebook.com/heartofwolfadvocacyfilmproject

People & Wolves Talk Show will also be livestreaming from YouTube as well as on Facebook.

Wolves of Douglas County Wisconsin News Media & Film’s mission is to bring our readers news that is factual and accurately reported; News that is unbiased and fact-checked for accuracy.

People & Wolves Talk Show

We educate so you can advocate. We work with dedicated professionals to document the conscious relationships between People & Wolves. We share stories of people that are working to coexist with wild wolves, that are now struggling for survival worldwide. We work with filmmakers, scientists, academics, journalists, writers, fine artists, Wildlife photographers and musicians that share a common interest to produce and share educational stories of People & Wolves Talk Show.

The Gray wolf is a part Wisconsin’s wild legacy! Let’s add worldwide to that statement!

Wolves of Douglas County Wisconsin TM (WODCW) was founded by Rachel Tilseth in 2011 to bring education and awareness for promoting wolf recovery.

WODCW Blog: http://www.wolvesofdouglascountywisconsin.com

Email Address: wolvesdouglasco@gmail.com 

Founder: Rachel Tilseth

WODCW is copyrighted 2011

Talk show di Persone e lupi, Con piacere annunciamo la nostra prossima intervista con Erika Ottone

Mercoledì 15 luglio alle 18, ora italiana, sulla pagina Facebook Talk Show di Persone e Lupi-Lupi Italiani .

Lupi in Pollino Parco. Credit Antonio Iannibelli. http://antonioiannibelli.it

Erika Ottone è un medico veterinario che lavora presso l’Ente Parco Nazionale del Pollino, in Basilicata.

Pollino da vivere

 

Brunella Pernigotti parlerà con Erika Ottone, un medico veterinario, del conflitto canidi-uomo per la conservazione del lupo. Ente Parco Nazionale del Pollino @enteparcopollino · National Park

l’Ente Parco Nazionale del Pollino. Credit Antonio Iannibelli. http://antonioiannibelli.it

Breve biografia di Erika Ottone

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Erika Ottone alla Feste del Lupo 2018

Erika Ottone è un medico veterinario con esperienza in soccorso, cura e riabilitazione di animali selvatici, monitoraggi faunistici ed educazione ambientale. Dal 2017 lavora per l’Ente Parco Nazionale del Pollino in Basilicata occupandosi di monitoraggio e accertamento delle predazioni al bestiame da parte di selvatici nell’ambito del progetto “Convivere con il lupo, conoscere e preservare”

53926383_1080784462132798_6308101794295709696_n
Erika Ottone al lavoro, mentre parla con un pastore.

Sono felice di poter incontrare Erika e di aver modo di farle delle domande sul suo interessante lavoro nel Parco, a contatto con la natura e con i lupi, animali affascinanti e misteriosi. ~Brunella Pernigotti

Collegatevi con noi mercoledì 15 luglio, alle 18, ora italiana, sulla pagina Facebook “Talk show di persone e lupi – Lupi italiani” e anche voi avrete la possibilità di rivolgere in diretta delle domande a Erika!

 

Lupo in l’Ente Parco Nazionale del Pollino in Basilicata. Credit Antonio Iannibelli. http://antonioiannibelli.it

Stiamo raccogliendo le serie Italian Stories of Inside the Heart of Wolf Advocacy e speriamo di iniziare le riprese nel 2021.

Wolves of Douglas County Wisconsin films, LLC (WODCW) ha una pagina dedicata ai nostri lettori italiani. WODCW ha diversi progetti cinematografici nelle opere e nella produzione. abbiamo la storia di Yellowstone in produzione

Guarda Inside of the Heart of Wolf Advocacy — The Yellowstone Story Trailer

Stiamo raccogliendo le serie Italian Stories of Inside the Heart of Wolf Advocacy e speriamo di iniziare le riprese nel 2021.

The Italian Story of Inside the Heart of Wolf Advocacy, ovvero La Storia Italiana di “Nel Cuore di Chi Ha a Cuore i Lupi” è una pagina nata per presentare il progetto di Rachel Tilseth, ambientalista, artista e scrittrice, nonché fondatrice del blog http://wolvesofdouglascountywisconsin.com . Rachel da anni è impegnata attivamente nella difesa e conservazione del lupo grigio nel suo Stato e, a tal fine, ha organizzato eventi, proiezioni e un film festival dedicato ai lupi. Attualmente si sta occupando anche della produzione e della regia del documentario intitolato “Inside the Heart of Wolf Advocacy: The Yellowstone Story” dove le persone che lavorano nel e per il Parco di Yellowstone, occupandosi specificatamente di lupi, raccontano la loro storia e le motivazioni profonde che le hanno spinte ad appassionarsi a questi animali così affascinanti e preziosi per l’ecosistema. Da qui l’idea di realizzare successivamente un progetto simile, dedicato alle varie figure di studiosi e appassionati di lupi in Italia, anche grazie all’amicizia e all’empatia che ci lega da alcuni anni, nonostante le distanze. Questa pagina è gestita da Rachel Tiselth, da Antonio Iannibelli e da Brunella Pernigotti. Questi ultimi si occupano di inserire, organizzare e moderare i contenuti italiani che verranno via via pubblicati, in preparazione delle riprese del film che inizieranno in Italia nel 2021.

Brunella Pernigotti, oltre ad essere insegnante, traduttrice e scrittrice, è un’appassionata di lupi e della natura in generale. Da autodidatta tramite lo studio e l’approfondimento della conoscenza, si dedica alla protezione dell’ambiente e delle specie a rischio di estinzione, condividendo i principi fondamentali promossi dai più grandi ambientalisti e ricercatori, cioè la conservazione compassionevole e l’astensione da ogni violenza verbale e fisica contro uomini e animali.

Antonio Iannibelli fotografo naturalista, wolf blogger e scrittore di natura. Ha fondato l’Associazione culturale Provediemozioni.it che si occupa di fotografia ed educazione ambientale. Ideatore della Festa del lupo e del portale di ricerca naturalistica http://www.italianwildwolf.it, incentrati sul lupo selvatico italiano (Canis lupus italicus). Antonio è un naturalista che ha studiato sul campo, da tanti anni osserva e documenta la presenza del lupo in Italia. Ama far conoscere l’importanza del RUOLO NATURALE, convinto che solo la conoscenza autentica del predatore possa salvarlo.

Per informazioni e per richiedere il suo libro “Un cuore tra i lupi” (distribuito gratuitamente) scrivi a: fotografo.iannibelli@gmail.com

Altre info nel suo blog: http://antonioiannibelli.it/

The Italian Story: Inside the Heart of Wolf Advocacy of Who has the Wolves at Heart “

Tomorrow 7 May 2019 8:30 punctual on Punto Radio with Manes Bernardini we will give you a good morning and we will talk about wolves, the real ones. We will also talk about the Casalecchio di Reno exhibition of the role of the Casalecchio Gev, but also of the upcoming meetings and of the great projects of the future with Brunella Pernigotti, Rachel Tilseth and The Italian Story of Inside the Heart of Wolf Advocacy of Who has the Wolves at Heart ” Prepare your questions we are ready for anything …

Domattina 7 maggio 2019 ore 8:30 puntuali su Punto Radio con Manes Bernardini vi daremo il buon giorno e parleremo di lupi, quelli veri. Parleremo anche della mostra di Casalecchio di Reno del ruolo delle Gev Casalecchio, ma anche dei prossimi incontri e dei grandi progetti del futuro con Brunella Pernigotti Rachel Tilseth e The Italian Story of Inside the Heart of Wolf Advocacy La Storia Italiana di “Nel Cuore di Chi Ha a Cuore i Lupi”

Preparate le vostre domande siamo pronti a tutto …